HPS_museo900
Arte e cultura

Il Futurismo e Milano

Maggio 05, 2021

Il Futurismo ha inizio a Milano più di un secolo fa spaziando tra tutti i differenti tipi di materiali artistici, dall’olio su tela alle sculture di bronzo. Oggi la città è ancora il simbolo di questo movimento e i suoi musei e anche ristoranti gli rendono omaggio.
Filippo Marinetti stamp of Futurist Movement

Casa Marinetti

Filippo Marinetti è stato un eclittico artista in molteplici discipline, conosciuto soprattutto come il fondatore del Futurismo. Nel 1909 redige il suo manifesto, chiedendo un metodo rivoluzionario di arte che riflettesse i progressi tecnologici e i nuovi sentimenti dell’ età moderna. L’arte, sostenva, non deve essere sostituita dalla tecnologia, ma piuttosto dovrebbe adattarsi e cambiare per imitarla in modo espressivo.

Qualsiasi tour alla scoperta del Futurismo a Milano non può che partire dalla casa in cui tutto ebbe inizio: Via Senato 2. Marinetti visse qui fino al 1912; le radice del suo ideale Futuristico iniziarono nel suo io interiore, influenzato e plasmato dai luoghi e dai suoni a cui l’artista assistette durante il suo vivere in una città in movimento.
Oggi non c’è molto da vedere qui, se non la targa intitolata a uno dei cittadini milanesi più carismatici e fondatore di un movimento che ha plasmato l’arte moderna mondiale.

Via Senato 2, Milano 20121

Casa Museo Boschi Di Stefano

Quando si tratta di arte italiana del XX secolo, nessuna collezione si avvicina a quella di Antonio Boschi e Maria Di Stefano, coppia di mecenati entusiasti dell’ arte moderna italiana. Nel corso della loro vita, hanno raccolto 2.000 opere d’arte sorprendenti, esposte nel loro opulento appartamento Art Deco.

Dopo la loro morte, i beni artistici e l’appartamento sono stati donati al Comune di Milano. Trecento dei pezzi più importanti sono stati selezionati, e lo splendido appartamento convertito in un museo boutique. Qui, i visitatori possono attraversare 11 stanze distinte, ciascuna impeccabilmente arredata con pezzi di arte italiana moderna, che abbraccia la nascita del Futurismo fino alla fine degli anni ’60. Nel museo, i colori audaci e i tratti vibranti di ogni pittura comunicano con il vigore di ogni scultura, e anche con i geometrici, luminosi interni della casa stessa. Nel complesso, regalano un’ esperienza unica dell’ Arte italiana del XX secolo.

Via Giorgio Gian 15, Milano 20129
02 8846 3614
Fondazioneboschidistefano.it

HPS_futurismo_blog
HPS_Futurismo_Brera

Pinacoteca di Brera

Il museo principale di Milano non ha bisogno di presentazioni. Ospitato in un glorioso palazzo barocco progettato da Francesco Richini nel XVII secolo, le sue collezioni ripercorrono l’epocale contributo dell’arte italiana nel corso dei secoli. Nomi familiari come Piero della Francesca, Bellini, Caravaggio, sono alcuni dei protagonisti delle sue sale costellate d’arte. Così anche per il Futurismo, vi è abbondanza di arte milanese moderna.
La collezione permanente descrive i molti filoni del Futurismo che sorsero durante la vita esplosiva del movimento: le opere eccitate del frenetico Boccioni si sfregano le spalle con i ritratti crudi di Modigliani e i mondi atmosferici di Carrà.

 

Via Brera 28, Milano 20121
02 7226 3230
Pinacotecabrera.org

Museo del Novecento

Il Museo del Novecento di Milano è stato creato primariamente per sottolineare l’importanza dell’arte del 20 secolo e per mostrare le straordinarie collezioni che Milano ha ereditato nel secolo scorso. Il museo espone spesso mostre di arte contemporanea e moderna, librandosi tra i titani del movimento modernista agli oscuri ma altrettanto brillanti nomi che ispirarono – con mostre che spesso si avventurano nel Contemporaneo.

Il cuore del museo è, tuttavia, la collezione permanente: diversi piani dedicati all’arte del XX secolo sapientemente curati, organizzati cronologicamente per esplorare la grande arte moderna e la divergenza dal classicismo. Una grande rampa a spirale Guggenheim-esque collega i piani del museo, una delle installazioni architettoniche più grandi nel cuore della città. Da non perdere le opere di Umberto Boccioni, Gino Severini e Giacomo Balla che impreziosiscono la collezione del museo.

Piazza Duomo 8, Milano 20123
02 884 440 62
Museodelnovecento.org

HPS_Futurismo_MuseoNovecento
Ristorante Lacerba

Ristorante Lacerba

Il Ristorante Lacerba sublima l’esperienza sensoriale del Futurismo. Il delizioso ristorante-cum-cocktail lounge trae ispirazione dal famoso giornale futurista Lacerba, che fu stampato per la prima volta nel 1913.
Le pareti del ristorante sono drappeggiate con un design Art Deco e con opere di arte di ispirazione futurista, sorprendendo gli ospiti con una fantasmagoria di colori, forme e disegni.

Ma l’esperienza non finisce qui. Ogni piatto è studiato in modo unico per evocare l’ ideale futurista: glassa balsamica spruzzata su wafer angolati, rotolini di sedano rapa impilati sul tonno scottato, frutti di mare a spirale che sovrastano su cubi di ghiaccio. Lacerba è il modo migliore per celebrare una giornata trascorsa a scoprire il Futurismo e Milano.

Via Orti 4, Milano 20122
02 545 5475
Lacerba.it

Hotel Principe di Savoia si trova nel cuore della Milano moderna, in Piazza della Repubblica. Le gallerie di arte futurista sono a poca distanza dall’hotel.

In primo piano

Hotel Principe di Savoia

L’eleganza incontra la tradizione. Dominando Piazza della Repubblica a Milano, questo spettacolare edificio simbolo è stata la casa naturale per i viaggiatori internazionali e la società cosmopolita sin dagli anni ’20

Torna a Dorchester Collection Moments
Arte e cultura
Potrebbe interessarti anche
Collect issue 28

Collect Magazine

Sfoglia l’ultimo numero di Collect, la nostra rivista semestrale che propone un mix di cultura, arte, lifestyle e le ultime notizie dagli alberghi Dorchester Collection.